Qualità del cibo – chimica elettronica – potenziale redox

La qualità di un prodotto è data dalla misurazione dell’insieme delle proprietà e delle caratteristiche del prodotto stesso.

Solo attraverso l’osservazione degli effetti che un prodotto e la sua struttura hanno sul uomo, è possibile fare delle valutazioni complete.

La chimica elettronica come supplemento dell’analisi chimica è un metodo per misurare questa vitalità nel cibo.

L’uomo non è solamente un organismo che funziona attraverso la materia, ma funziona anche elettricamente, il che viene dimostrato attraverso la medicina moderna con misurazioni raggi EKG e EEG.

Questa bio-elettricità – che viene causato dallo spostamento degli elettroni – è chiaramente una caratteristica che una cosa è viva, e che può anche essere dimostrato nei cibi attraverso la misurazione della tensione elettrica.

Quale significato hanno gli elettroni nel cibo?

I cibi che non cedono più elettroni sono morti, e sono senza valore per il corpo.

La capacità dei nostri cibi di cedere elettroni può essere misurato con l’aiuto del potenziale redox.

“Prodotti organici secondari” o “Bioattivi”, e le vitamine hanno un potenziale redox molto alto, hanno un elevato valore per la salute in quanto neutralizzano i radicali liberi.

L’organismo umano ha una grande necessità di riduzione (l’opposto di ossidazione), in quanto è l’azione primaria per neutralizzare i radicali liberi.

Questi sono dei veri e propri ladri di elettroni molto aggressivi, e danneggiano, con i loro attacchi, le cellule del corpo o parti di esse, con la conseguenza che si generano malattie come l’Alzheimer, il Parkinson, le malattie del cuore, il cancro e l’invecchiamento precoce.

La misurazione elettrochimica può essere effettuata solamente attraverso una soluzione acquosa.

Con l’aiuto di un PH-metro o un misuratore di redox e un sensore di conduzione elettrica, si ottengono dei dati da inserire in un programma apposito sul PC e si possono valutare.

Secondo Kemeny (Roujan 1975), tutti valori di una cosa viva possono essere misurati attraverso il valore del PH, del potenziale redox e della conducibilità elettrica.

La qualità di un prodotto è il risultato finale di tutte le manipolazioni che questo subisce durante le fasi di preparazione, ed è questo che ha rilevanza per la salute del consumatore.

Più processi di ossidazione si verificano a carico dei collegamenti redox durante il trattamento fisiologico e tecnologico della lavorazione, e meno questi saranno disponibili per salute del utente finale.

Per questo motivo, il potenziale redox ha un importanza fondamentale per la salute del consumatore.

Le valutazioni dell’analisi chimica dà le informazioni dei contenuti dei cibi e di quanta energia si sviluppa con la metabolizzazione completa.

Ma non considera l’energia apportata, e che è responsabile per mantenere “l’ordine nel corpo”. “Disordine” in questo contesto significa malattie.

Conclusione

Quando la salute significa “ordine” e la malattia “disordine”, quando certe malattie sono causate dal disturbo del trasferimento dei elettroni nel corpo, sarebbe ora approfondire le capacità elettrochimiche nel cibo e allargare la discussione di qualità dei cibi a questo argomento.

Dal sito EM Norvegia – tradotto da Ammy Bratten 24/08/2015


Autore

Puliti Senza Chimica

La nostra Associazione divulga la tecnologia dei Microrganismi Effettivi per eliminare detersivi chimici per le pulizie delle nostre case, rendendo tutti noi agenti positivi del risanamento ambientale.

Lascia un commento